White&Black.

Se è vero che Dio c’ha creati proprio a sua immagine e somiglianza allora qualche poteruccio lo abbiamo anche noi. Ereditato, nascosto e poi dimenticato. Io in sei giorni non concludo nemmeno il cambio di stagione, ma al settimo mi riposo egualmente. Oggi non voglio rasentare la blasfemia, ma ci sono vincoli culturali che vanno superati. Assodato che l’unico vero collante relazionane è il denaro (parafrasando Marx proprio), oggi voglio invitarvi a non convolare a nozze con la stessa facilità con cui vi laccate le unghie di rosso. Siete in gamba e funzionate perfettamente anche da soli. Regola numero dodici: L’abitudine uccide ogni forma di vitalità, rompete gli schemi e lottate sempre per conquistare la vostra felicità, ne avete tutto il DIRITTO.

In: Mangano Shirt// Guess Belt// Mum’skirt// Converse Shoes// Timberland Backpack// Opel Adam Car.

White&Black.

Amo.

WordPress si è portato via il lavoro di mezzo pomeriggio, rimedio così:

Amo le risposte non scontate alle domande più ovvie. L’odore di salsedine e i tramonti, quelli così pieni di luce che ti mozzano il fiato. Amo camminare sotto la pioggia e non avere l’ombrello. Sorridere ai passanti spensierata. Centrare solo le mattonelle saltellando. E amo vivere intensamente, ogni attimo come fosse l’ultimo. Amo il gelato fragole e limone e il cornetto a mammellata, amo ridere, ridere cosi forte da non riuscire più a sopportare il suono della mia stessa risata. E amo stare con me, persa tra mille pensieri e le più varie farneticazioni. Amo i calamari fritti, il candore della neve e i piumoni, quelli bianchi. Lo zucchero filato e l’odore delle noccioline caramellate. La letteratura, le poesie, e l’arte. Amo ciò che sono, profondamente e non c’è più spazio per ciò che non amo.

Amo.

NOLOGO.

No ma esattamente quando è accaduto?? Qual’è stato l’attimo in cui abbiam deciso di non dare un nome ai nostri rapporti?? Definire una relazione. E non storcete il naso, non inarcate le sopracciglia. Concentratevi. Pensate davvero che avere un rapporto libero vi renda liberi?? Assolutamente no, vuol dire essere schiavi del non saper gestire la situazione. Insicurezza: non è dato capire se l’altro è preso, se state andando nella stessa direzione, se al contrario siete la trombamica di turno o solo la MIGLIORE d’amica. Fare domande o cercare conferme è un cliché che non appartiene a questi tempi. E così restiamo inchiodate in #limborelazioni tristissime, fatte di mancati messaggi, senza il profumo di fiori o di dolci colazioni. E’ questo che meritiamo? Un amore statico, un amore morto prima d’iniziare anche solo a pensare d’amare. NO! Regola numero undici: ribellatevi, appendete quindi, chi si espone poco e non vi lascia a bocca aperta, di suppellettili ne abbiamo troppi, l’ennesimo lasciatelo a qualche sua stessa EX.

NOLOGO.

NOLOGO.