Il primo giorno di scuola.

Tra oggi e domani, tutti a scuola! Oddio, era un vero e proprio INCUBO per me. Il vantaggio di crescere è dover affrontare solo colloqui di lavoro che a confronto sono una passeggiata. Se chiudo gli occhi riesco ancora a sentirne l’odore acre, diventava a tratti dolciastro solo durante i giorni di mensa e comunque ne impregnava il grembiule; con la pioggia fuori diventava ancor più grigia e triste, ed io avrei solo voluto starmene nella mia capanna con la copertina e la mia mamma. Nel mondo di oggi è dura perfino avere 3 anni: svegliarsi alle 7.30 per esser a scuola alle 8.05, imparare la lotta per la sopravvivenza, godere di uno spazio vitale che va dal banco alla sedia e chiedere il permesso per far la pipì. Il mondo è un posto strano e non mi son ancora del tutto abituata a starci. Che sia una splendida giornata per tutti voi. Con amore.

Il primo giorno di scuola.