L’ultimo giorno.

Questa è una di quelle mattine in cui il the caldo sostituisce il caffè e la luce della notte sembra non voler lasciar spazio al giorno. Se oggi non fosse l’ultimo d’agosto, con il naso gocciolante e la gola dolorante, penserei d’esser in pieno inverno. Ecco, ci risiamo, la sintomatologia negli anni non è mai cambiata: la voglia di rimetter su le valigie e partire. Trasferirmi in un paesino dall’aria sempre limpida, in cui tutti si sorridon vicendevolmente, camminare scalza, sedermi al bar, sentir parlar francese in sottofondo senza riuscir a spiaccicare un’H e scrivere-scrivere-scrivere, praticamente quello che faceva Hemingway in Acciaroli. Oggi vi auguro e mi auguro di fare tutto quello che di più bello non abbiam ancora fatto. Con amore.

Shirt: See by Chloè/ Skirt: Hoss, Intropia/ Bag: Le Pandorine/ Shoes: Montanè.

L’ultimo giorno.